Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» one piece film z
Mer Mar 13 2013, 19:09 Da giuseppesanto

» Presentazione
Lun Nov 19 2012, 20:20 Da IL Barista

» presentazione
Ven Ott 26 2012, 17:38 Da americhe

» Ancora due giorni di pioggia
Mar Set 04 2012, 18:28 Da IL Barista

» Scaricare musica da Youtube
Mar Set 04 2012, 18:24 Da IL Barista

» TOPIC FLOODOSO N°1
Mar Set 04 2012, 18:21 Da IL Barista

» Musica nuova/commerciale/schifosa/radio/tunztunz/wakawaka (eh-eh!)
Mar Set 04 2012, 18:20 Da IL Barista

» saluti
Lun Lug 16 2012, 12:23 Da cheyenne67

» Piu' separazioni, il matrimonio dura 15 anni
Gio Lug 12 2012, 13:19 Da IL Barista

» Conta-post +1
Gio Giu 21 2012, 14:49 Da IL Barista

» Tanti auguri a...
Gio Mag 31 2012, 17:15 Da Checco

» Saluti a tutti
Ven Mag 18 2012, 18:34 Da Checco

» L'età giusta per l'amore? Il primo amore.
Mer Mar 28 2012, 15:54 Da #EREMITA#

» nuovo arrivo
Mer Mar 28 2012, 15:44 Da #EREMITA#

» Fotoshop,gimp o paint shop pro?
Mer Mar 28 2012, 15:40 Da #EREMITA#

» Minecraft: Topic Discussioni
Mer Mar 28 2012, 15:39 Da #EREMITA#

» Mari0: Quando Portal incontra Super Mario
Dom Mar 18 2012, 09:53 Da ClienteFedele

» I Video più pazzi del web... =)0_0(=
Sab Mar 10 2012, 18:35 Da Checco

» Peter Jackson's King Kong: The official game of the movie
Dom Mar 04 2012, 13:12 Da Checco

» Presentazioni più piene
Dom Feb 26 2012, 20:15 Da Checco

Aprile 2018
LunMarMerGioVenSabDom
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30      

Calendario Calendario


O si esce dalla crisi una volta per tutte o è meglio fallire. Basta con questa agonia. (articolo)

Andare in basso

O si esce dalla crisi una volta per tutte o è meglio fallire. Basta con questa agonia. (articolo)

Messaggio Da IL Barista il Lun Ago 08 2011, 12:09

Volevo segnalare questo interessante articolo di Emanuele Perugini sulla crisi che fa veramente riflettere.

Vi prego ditemi come si esce da questa crisi. Non se ne puo’ più. Meglio un default che questa lenta e snervante agonia.

Intanto io ve l’ho già detto un mese fa i soldi per pagare le tasse che sono già aumentate non ce li avro’. Poi se gli interessi sul mutuo continuano a salire figuriamoci se ci saranno risorse per “sostenere i consumi”. Eppure lavoro tutto il giorno dalla mattina alla sera, ho investito, ho lanciato nuove iniziative, sto attento ai costi e soprattutto non ho debiti. Faccio tutto quello che serve per campare dignitosamente. Pero’ niente alla fine non ce la faccio. I soldi non bastano mai. Non si arriva a metter via un euro che subito arriva qualcosa qualcuno che te li porta via. Entrano ed escono dal conto che non sai mai quanto ci resta sul conto e quanto puoi spendere. Manco fosse la borsa di New York il mio conto. Vuoi vedere che mi toccherà chiamare qualcuno per aiutarmi a tenere aggiornata la situazione? Sembra un paradosso ma è così che io sto vivendo insieme a tutti voi la crisi finanziaria ed economica che ormai da oltre 15 anni ha investito il nostro paese.

Praticamente ho iniziato a lavorare e già tutti dicevano che non c’era posto, c’era la crisi. E vabbè pero’ gli altri lavorano, dico io e, piano piano, ho trovato una mia strada. Prima come dipendente e poi in proprio insieme a un po’ di colleghi che come me erano stati licenziati dopo qualche anno sempre perché “c’era la crisi”. Via sotto a sgobbare al solito dalla mattina alla sera e qualche volta, spesso anche di notte, di sabato e di domenica, figuriamoci poi durante le ferie. Dico ferie per dire quel periodo dell’anno in cui decidi di non lavorare, sempre che ci riesci, non quelle retribuite, per intenderci. Le cose girano, ma i soldi non bastano mai. C’è sempre un anticipo su qualche imposta spuntata all’ultimo momento. Poi c’è quello che inizia a pagarti da luglio in poi per un lavoro che tu stai facendo dal primo gennaio. Addirittura c’è chi proprio non ti paga. E indovinate un po’ perché? E’ semplice, c’è la crisi.

Ora leggo che il governo, davanti alla emergenza finanziaria in atto ha convocato le parti sociali e a settembre cominceranno a discutere di dove tagliare, di quali tasse aumentare, di cosa costruire ecc ecc ecc. Il problema pero’ è uno ed è molto semplice. Tutti questi interventi serviranno a pagare gli interessi in più che il nostro paese dovrà pagare per continuare a finanziare il suo debito. Cioè servono a far fronte all’emergenza e non alla crisi. E’ come prendere l’aspirina quando si ha l’influenza: la febbre si abbassa ma il virus continua a farsi strada nell’organismo e la malattia non passa.

Diranno che taglieranno i costi della casta, che dopo tutto funzionerà e che il Sole tornerà a splendere. Si si e come no, ma la crisi resterà, perché il problema del debito resterà li a costringermi a prendere i miei soldi e a darli allo Stato per pagarci gli interessi. Io di questa situazione non ne posso proprio più. E mi stupisco davvero che nessuno in questo paese stia ragionando concretamente su come uscire da questa situazione che ci toglie il fiato, il sogno, e anche il sonno.

Berlusconi ha detto che interverrà sullo statuto dei lavoratori. Mi chiedo per fare cosa? In Italia si “prende a lavorare” (lo scrivo tra virgolette perché secondo me l’espressione è impropria) un giovane o un senior anche per sole 200 euro al mese. Che altro dobbiamo toglierli? Dobbiamo chiedere dei soldi per venire al lavoro? Altri, Bossi, propongono altre tasse, magari sul fumo. Mettiamone anche una sui broccoli. Tanto. Da qui a ottobre ne sentiremo di tutti i colori, nel frattempo le borse saranno ancora peggiorate e gli interessi saranno schizzati alle stelle.

Intanto l’unica tassa che hanno messo, il ticket al pronto soccorso se vai in ospedale nel pomeriggio o di notte, quando le casse sono chiuse non puoi nemmeno pagarla. Devi mandare un bonifico, così paghi pure un euro e mezzo in più. Che l’hanno messa a fare mi chiedo io? (Lo so che non ci credete ma è’ vero è successo a Roma al Pronto Soccorso del Policlinico Umberto I qualche giorno fa). E già perché in questo Paese, perennemente in crisi succede anche questo. Il Governo mette la Tassa e la Regione non si preoccupa di incassarla.

Insomma tutti accorrono per mettere la pezza ma nessuno si preoccupa di cercare un paio di braghe nuove. Tutti pero’ si indignano dei soldi bruciati dalla Casta, degli stipendi d’oro, di questo di quello. A Roma c’è un signore in sciopero della fame da 40 giorni davanti a Montecitorio, che è diventata una star di facebook. Ci ho parlato. Gli ho detto: ma perché invece di prendercela con la casta non ce la prendiamo con il vero motivo della nostra crisi e cioè con il debito? Mi ha detto “sai che hai ragione?” Che soddisfazione, due nulla – come siamo io e lui – sono d’accordo su questo semplicissimo argomento. Dentro al Palazzo invece no, si accapigliano per tutti altri motivi.

Ora io mi chiedo c’è qualcuno che tra i tanti cervelli di questo paese che è in grado di suggerire una via d’uscita alla crisi del debito pubblico? E Se c’è si faccia avanti, perché noi di stupidaggini, così come di debiti (buffi) ne abbiamo le tasche piene.

Su facebook abbiamo aperto un gruppo. Si chiama “Italian default: il fallimento di una classe dirigente”,siete tutti invitati a iscrivervi per cominciare a discutere di questa questione fondamentale.

Link del gruppo: http://www.facebook.com/groups/195956767131364/%20


___________________
"Balle!! D'ora in poi tu sei il soldato Ospite , ti piace questo nome?

Dato che sono un duro non mi aspetto di piacervi. Ma più mi odierete più imparerete, io sono un duro però sono giusto!

Uno dei più grandi problemi della rete è che non si è mai sicuri della fonte. (Jhon Wayne)
avatar
IL Barista
Fondatore del sito
Fondatore del sito

Maschile
Numero di messaggi : 5246
Età : 22
Localizzazione : Solitamente è dietro al solito bancone del solito bar a distribuire i soliti drink al solito prezzo. (Sassari, Sardegna)
Punti : 19888
Esperienza : 113
Data d'iscrizione : 25.10.07

Test Del Bar
Rispetto Del regolamento:
100/100  (100/100)

Visualizza il profilo dell'utente http://ilbar.topic-zone.com

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum